Mailchimp: cos’è, come funziona e quanto costa

Mailchimp è uno dei servizi di email marketing più conosciuti e diffusi. In questo articolo scopriamo insieme come funziona.
Scrivania con computer e cuffie

Tabella dei Contenuti

Non ti va di leggere? Prova ad ascoltare l'articolo in modalità audio 🎧
Voiced by Amazon Polly

Cos’è Mailchimp

Mailchimp è uno dei servizi di email marketing più conosciuti e diffusi. Include differenti piani di abbonamento, ma la sua versione gratuita ha tutto quello che è necessario per iniziare. Il piano gratuito consente un database massimo di 2.000 contatti e un tetto di 12.000 email inviate al mese. Dà inoltre la possibilità di utilizzare vari template per le campagne email e facilita la creazione di automazioni. Scopriamo ora insieme come funziona Mailchimp!

Come funziona Mailchimp

Nei prossimi paragrafi vedremo il funzionamento di Mailchimp e passeremo in rassegna tutte le principali funzionalità offerte dalla piattaforma.

Gestione delle Audience

Appena iniziata la tua attività sul Mailchimp verrai guidato attraverso le sue principali funzioni e la creazione della tua Audience di partenza.

Nel piano free avrai a disposizione una sola audience ma niente paura! Una delle prime cose che avrei voluto sapere è che non bisogna mai suddividere i propri clienti in troppe audience. Meno ne hai, più riesci ad avere una visone globale e aggregata dei tuoi contatti.

Come sottolinea la guida di Mailchimp, cerca sempre i tenere i tuoi contatti nella stessa audience a meno che tu non ne abbia bisogno per specifici motivi di business (separare linee di prodotto/servizi, paesi, attività totalmente differenti come newsletter e flussi post acquisto…).

Le tue audience non comunicheranno fra di loro, quindi attento alle relazioni fra i due database contatti.

Gruppi e Liste

I Gruppi, suddivisi in sottogruppi in base alle preferenze/caratteristiche utente, sono dei sottoinsiemi della tua Audience che ti permettono di raggruppare in liste gli utenti simili.

I tuoi Gruppi (e sottogruppi) si popolano grazie al collegamento ai Signup Form sul tuo sito o landing page: gli utenti, compilando il form su una specifica pagina o selezionando nei campi determinati valori, vengono smistati nei relativi Gruppi e sottogruppi.

Mailchimp ti fornisce anche la possibilità di inserire manualmente i tuoi contatti pregressi nei diversi gruppi. Funzione utile per rimettere ordine in un database storico ma che non è la scelta ottimale per i nuovi contatti in entrata. Per questi è sempre meglio affidarsi al popolamento automatico tramite Signup Form come dicevamo qualche riga fa.

Ah, una volta attivati i tuoi form non dimenticare di customizzare la Thank You Page!
In questo modo puoi raggruppare utenti interessati allo stesso prodotto, che condividono lo stesso lavoro, che vivono nella stessa area ecc. Sono tutti dati aggiuntivi che puoi richiedere e che ti permettono di conoscere meglio il tuo pubblico sfruttando i form. Se parti da zero con i Gruppi, questo approfondimento può esserti utile.

Segmenti su Mailchimp

I Segmenti sono invece dei sottoinsiemi della tua Audience, che a differenza dei Gruppi, possono essere modificati in qualsiasi momento.

Se un Gruppo è una lista di utenti in cu i contatti possono essere aggiunti e aggiornati, un Segmento è un insieme dinamico che si popola in base alle caratteristiche della tua Audience.

Per definire un Segmento è sufficiente scegliere dimensioni e valori che un certo contatto deve possedere; ne sono un esempio il segmento di utenti con età maggiore di 25 anni, quelli iscritti da più di 6 mesi, quelli che abitano in certe province o CAP.

L’unico limite alla segmentazione è la quantità di dati che raccogli per ogni utente della tua Audience.

Tag

Per distinguere contatti che hanno caratteristiche specifiche, che hanno effettuato azioni differenti o che hanno rilevanza differente per il tuo progetto, hai a disposizione i Tag come elemento ulteriore di differenziazione.

Grazie ai tag puoi distinguere utenti all’interno dello stesso Gruppo o Segmento e rintracciare utenti simili all’interno di tutta la tua Audience.

I Tag dovrebbero aiutarti ad organizzare e lavorare più agilmente sui tuoi contatti, senza avere un impatto sulla struttura di Gruppi e Segmenti.

Campagne e Customer Journey

Una volta organizzata la tua Audience, è il momento di inviare le tue prime campagne mail.
Prima di iniziare c’è da distinguere fra due tipologie principali di email:

  • Campagna Email Classica, è una mail singola che puoi inviare alla tua audience e di cui puoi anche programmare l’invio
  • Customer Journey, una serie di una o più email automatiche inviate da Mailchimp a seguito di un trigger (evento attivatore) temporale o basato sulle azioni compiute dal contatto

Se vupi approfondire le diverse tipologie di attività e strategie di email marketing, puoi recuperare questo nostro articolo sul tema.

A/B Test su Mailchimp

Al momento di creare una campagna, puoi decidere di effettuare anche un A/B test. Puoi decidere infatti di valutare l’effetto di un cambiamento nel contenuto della mail sul tasso di apertura, sul tasso di risposta e in generale sulle conversioni che derivano dalla tua campagna.

Per effettuare un A/B test è sufficiente cliccare sull’opzione “Email” e poi “A/B test” e poi decidere a quale elemento apportare una modifica. Attenzione, un test di questo tipo è efficace se si modifica solamente un elemento, altrimenti non si potrebbe più ricondurre una possibile variazione dei risultati ad un unico fattore.

Mergetag

Il contenuto delle tue mail può essere personalizzato anche con dei campi dinamici chiamati “Mergetag”, che ti permettono di inserire dei campi standard nella mail con le informazioni di ogni singolo contatto.

Fra la lista dei Mergetag, c’è ad esempio il classico *|FNAME|* (nome del contatto) che può essere inserito accanto al saluto iniziale nelle tue mail per dare un tocco più umano e naturale alle tue comunicazioni.

Integrazioni

Mailchimp acquisisce contatti sia grazie all’importazione manuale dei tuoi clienti che hanno fornito il consenso, sia grazie all’integrazione con form e shop presenti sulle tue proprietà online.

Puoi integrarlo nativamente (senza bisogno di tool esterni che fanno da connettori) con il tuo sito WordPress ad esempio oltre che con alcuni ecommerce e social network. Tutto ciò che non può essere collegato in maniera diretta, può comunicare con il tuo Mailchimp attraverso tool come Zapier, che ti permettono di trasferire dati da una piattaforma all’altra.

Quanto costa Mailchimp

Si ma quanto costa Mailchimp? Dipende dalle funzionalità, dal quantità di contatti e dal numero di Audience di cui necessiti.

In ogni caso, si parte da un piano gratuito che copre molte delle esigenze di un progetto in fase di costruzione per passare poi ad una manciata di euro al mese per i piani intermedi.

Un esempio? Con un’Audience fino a 500 contatti e con la possibilità di creare Customer Journey con diverse automazioni, A/B test e contenuti dinamici la tua spesa sarebbe di 14,99$. Non male!

Nel caso in cui la tua customer base crescesse, una pecca di Mailchimp sta nel conteggiare un contatto tante volte quante sono le liste e le audience in cui è inserito. In questo caso troveresti il singolo contatto conteggiato più volte nel tuo piano.

Conclusioni

Adesso che hai scoperto le funzionalità principali di Mailchimp, crea un account gratuito ed inizia ad esplorare la piattaforma. Il grande vantaggio di utilizzare mailchimp sta nella sua grande diffusione e l’ottima integrazione con molte altre piattaforme.

Se avessi voglia di esplorare ulteriormente questo mondo, considera anche altri player come Active Campaign e Klaviyo, in base a ciò di cui hai bisogno per il tuo progetto. Il mio consiglio è quello di sperimentare sempre!

Se invece vuoi scoprire altri tools utili per l’attività di digital marketing, clicca qui!

Approfondisci le tue conoscenze sul social media marketing con:

Categorie

Letture consigliate

Prodotti consigliati

Creazione Contenuti

Impara a ideare, pianificare e creare contenuti efficaci per i social media

Scopri di più
Piano Editoriale

Impara a strutturare, e gestire un PED efficace per i tuoi canali social

Scopri di più
CopyWriting

Impara a scrivere in modo efficace sul web e non solo

Scopri di più
CopyWriting

Impara a scrivere in modo efficace sul web e non solo

Scopri di più
Piano Editoriale

Impara a strutturare, e gestire un PED efficace per i tuoi canali social

Scopri di più
Facebook Adv

Impara le basi del FB Advertising e approfondisci concetti più avanzati

Scopri di più

Potrebbero interessarti anche:

Non rimanere mai indietro 📩

Iscriviti alla Marketing Espresso Letter.

Una volta al mese, niente SPAM. Solo i migliori contenuti e tutti gli aggiornamenti più importanti.

Impara il Social Media Marketing in modo semplice e utile

Scopri la formazione firmata Marketing Espresso