A Netflix l’unica regola è che non ci sono regole

Netflix è diversa, è una cultura in cui la regola è l'assenza di regole.

Tabella dei Contenuti

“A Netflix avevamo qualcosa che Blockbuster non aveva: una cultura che attribuiva più valore alle persone che alle procedure, enfatizzava l’innovazione piuttosto che l’efficienza e applicava pochissimi controlli.”

Reed Hastings

La cultura di Netflix

Tutti noi conosciamo Netflix perché è riuscita a rivoluzionare il mondo del Cinema, ma pochi sanno quali sono le motivazioni che l’hanno resa così famosa.

Reed Hastings, il suo fondatore, ha sempre sostenuto che il successo di Netflix è il risultato della cultura creata nel corso degli anni.

Il principio da cui si parte è racchiuso nel titolo di questo libro:

“L’unica regola è che non ci sono regole.”

La Cultura di Netflix, infatti, è basata sul valorizzare i propri dipendenti non limitando le loro capacità ma lasciandoli liberi di prendere qualsiasi decisione ritengono utile per la crescita dell’azienda.

L’attenzione è focalizzata non sul definire delle regole e dei comportamenti da rispettare bensì sull’assumere le migliori persone presenti sul mercato in ogni ruolo.

Il ragionamento è molto semplice:

Se hai scelto dei talenti per la tua azienda prenderanno decisioni giuste senza l’aiuto o l’approvazione dei propri Manager.

Netflix è una squadra e non una famiglia.

Il potere del feedback secondo Netflix

Un aspetto molto particolare che viene approfondito nel libro è quello relativo alla funzione del feedback.

Hastings, dichiara apertamente che per creare un gruppo vincente ed innovativo tutti devono ricevere continuamente dei feedback di miglioramento.

A Netflix tutti sono liberi di esprimere il loro pensiero sul lavoro dei colleghi e dei loro capi, a patto che esso sia chiaro, pratico e sincero.

Il messaggio più importante che passa è relativo al modo in cui si deve reagire quando si riceve un feedback:

“Dovete dimostrare al dipendente che non corre rischi nel fornirli reagendo con gratitudine ad ogni critica e fornendo segnali di appartenenza.”

È fondamentale ringraziare sempre per il coraggio avuto e mostrare al team che questo è l’unico modo per valorizzare davvero il lavoro di tutti.

La Trasparenza totale di Netflix

Per costruire una Cultura Aziendale basata sull’assenza di regole e la libertà decisionale si deve necessariamente fornire il maggior numero di informazioni possibili a tutte le persone che ne fanno parte.

Si tratta di essere totalmente trasparenti con i propri dipendenti non custodendo segreti, anche a costo di correre qualche rischio.

Hastings, infatti, crede molto in questo principio e spiega come a Netflix condividano internamente i risultati finanziari qualche settimana prima della chiusura di ogni trimestre.

Questo, per il mondo finanziario è molto rischioso, perché qualsiasi dipendente potrebbe sfruttare quelle informazioni per ottenere un profitto economico, ma questo non è ancora successo.

Probabilmente, come lo stesso fondatore ha ammesso, prima o poi succederà ma è un piccolo prezzo da pagare per dimostrare ai dipendenti tutta la fiducia che l’azienda ripone in loro.

E quando il talento finisce?

Come una vera storia d’amore, anche quella fra Netflix e i suoi splendidi “talenti” è molte volte destinata a finire.

Anche i migliori profili sul mercato, crescono, cambiando le loro motivazioni e i loro bisogni.

Questo è un punto fondamentale nella cultura di Netflix, che per far funzionare tutto il suo ecosistema ha necessariamente bisogno di performance elevatissime.

Di conseguenza, come spiega Hastings:

“Quando capiamo che un dipendente non rispecchia più i nostri standard, viene licenziato con una generosa liquidazione.”

Netflix ha anche sviluppato un modello per capire se una persona merita di far parte ancora del Team o meno, il suo nome è Keeper Test.

Questo Test si basa su un’unica domanda che i Manager dell’azienda devono porsi di continuo:

“Se un membro del mio team dovesse dimettersi domani, cercherei di fargli cambiare idea?”

Se la risposta è affermativa, vuol dire che quel dipendente è davvero importante per l’azienda e merita di restare, nel caso contrario è giusto sostituirlo con qualcuno di veramente indispensabile.

Il Keeper Test di Netflix.

Consigliamo questo libro?

“L’unica regola è che non ci sono regole” è un libro davvero anticonformista.

L’obiettivo principale è di spiegare il successo di Netflix attraverso una Cultura che si è andata definendo negli anni.

Il linguaggio è talmente chiaro e semplice che a volte sembra di parlare direttamente con Reed Hastings.

Le storie dei dipendenti passati e presenti, sono una grande fonte di ispirazione per chi ha l’ambizione di cambiare la mentalità aziendale.

Personalmente consiglio questo libro ai rivoluzionari, a chi non ha paura di prendere decisioni diverse dalla massa se ci crede davvero.

Perché, a volte, è necessario cambiare prospettiva per far crescere il proprio Brand.

Cosa ne pensa la nostra Community?

La recensione di Laura

Non é solo il racconto del successo di Netflix, é molto di più, è un vademecum!

Una nuova entusiasmante Cultura Organizzativa pone finalmente le sue radici creando una frattura netta e profonda con il consueto modo di fare azienda: l’utopia diviene realtà.

Il lettore non arriverà alla fine del libro senza chiedersi costantemente come riuscire a diventare parte di questo cambiamento.

+7

Categorie

Letture consigliate

Prodotti consigliati

Content Concrete

Crea contenuti efficaci per i social media

Scopri di più
ToCopy

Scrivere in modo efficace sul web

Scopri di più

Potrebbero interessarti anche:

Dì la tua nei commenti ⬇️

Non rimanere mai indietro 📩

Iscriviti alla Marketing Espresso Letter.

Una volta al mese, niente SPAM. Solo i migliori contenuti e tutti gli aggiornamenti più importanti.

×

Table of Contents

Impara il social media marketing in modo semplice ed utile

Scopri la Marketing Espresso Academy.

Copy link