Aspettando Sanremo 2024: il marketing del Festival

Il countdown è quasi finito, mancano pochi giorni a Sanremo 2024. Percorriamo insieme la comunicazione del Festival.
Sanremo 2024

Tabella dei Contenuti

Non ti va di leggere? Prova ad ascoltare l'articolo in modalità audio 🎧
Voiced by Amazon Polly

A pochi giorni dall’inizio della 74esima edizione del Festival di Sanremo, l’evento che fa palpitare il cuore degli italiani è già al centro dell’attenzione mediatica.
“Un altro anno insieme”, “Solo a guardarti mi emoziono ancora”, “Passano gli anni ma mi piace stupirti”, sono alcune delle dichiarazioni d’amore tratte dai primi spot del Festival che vedono protagonista Amadeus, il direttore artistico del Festival, che da subito ci fa capire il tono di voce passionale e “nostalgico” che caratterizza tutta la campagna di Sanremo 2024, fino ad oggi.

Dal profilo X di @RaiUno

Sanremo si ama: i numeri del successo

Se ormai “Perché Sanremo è Sanremo” è un mantra che riecheggia nelle orecchie di tutti, quest’anno il claim che risuona dai primi spot è “Sanremo si ama”, un bel gioco di parole, pronunciato proprio da Ama(deus). 

Ed è vero: Sanremo si ama e i numeri parlano. Lo scorso anno la finale del Festival ha catturato l’attenzione di 13 milioni di telespettatori, con il 65% di share e una media di 11 milioni di spettatori nella fascia 15-34 anni (fonte Rainews)

Non a caso, l’evento si è guadagnato il soprannome di “Settimana Santa” tra i fan!

L’iconicità della kermesse è ormai nota. E ogni edizione ci regala infatti dei momenti iconici – dov’è Bugo? – che vengono presi e ripresi dai media e dagli spettatori che ne fanno la base di contenuti che spesso diventano ultra virali. E talvolta, da fruitori, non aspettiamo altro che un momento emblematico proprio per generare questo vortice di meta-contenuti che ruota attorno al Festival.

Perché succede?

C’è una componente di FOMO – fear of missing out – che contribuisce al successo di Sanremo. Più se ne parla e più cresce la paura di sentirsi esclusi dalla conversazione, dal trending topic della settimana. 

Oddio hai sentito il discorso di Chiara Ferragni?” “sì, incredibile” – e invece no, non l’avevo sentito ma ho risposto sì perché tutti ne parlano –

È una settimana di monopolizzazione della comunicazione. Non si può schivare, ma si può essere travolti. 

L’importanza della crossmedialità: social, influencer marketing e gamification

La crossmedialità è la chiave del successo di Sanremo degli ultimi anni. 

Pensiamoci.

Il 18 gennaio 2023 Sanremo varca le porte di TikTok aprendo il profilo, inaugurato direttamente da Amadeus. Questo ha permesso di condividere facilmente contenuti in pillole su una piattaforma di tendenza, popolata da pubblico GenZ, ampliando sempre più l’audience tradizionalmente legata alla televisione.

@sanremorai

Le vie di #Sanremo2023 sono infinite. Benvenuti 🌌🔭

♬ suono originale – SanremoRai

È sempre nell’edizione 2023 che Amadeus apre in diretta, con Chiara Ferragni, il suo profilo personale su Instagram, invitando gli spettatori a seguirlo. Una mossa strategica, che gli ha fatto guadagnare migliaia di follower in poche ore. Il che significa ancora più visibilità sul Festival di Sanremo, di cui potremmo definire Amadeus la personificazione.

Anche l’influencer marketing decentralizza Sanremo dalla TV per spostarlo sui social.
Ed è strategico. I brand che si inseriscono in questa dinamica legano la propria identity a un momento iconico dell’anno e lo fanno attraverso la voce di un creator, entrando anche in un pubblico forse più “di nicchia”, spesso e volentieri molto fidelizzato. 

Un esempio di influencer marketing di questo Sanremo 2024, le 30 interviste di Valeria Angione sponsorizzate da Spotify. C’è una storia da raccontare, anzi 30, e c’è una voce a farlo, quella di Valeria, la cui community la segue con fedeltà da anni. 

Sanremo 2024 Valeria Angione_Spotify_Instagram
Dal profilo Instagram @valeriangione

Un’operazione simile quella di Amazon Music, che si fa rappresentare dal maestro Peppe Vessicchio per intervistare gli artisti in gara. Anche in questo caso la ricetta ha pochi ingredienti ma vincenti: un nome fortissimo, si sa che il maestro suscita un sentiment molto positivo nella settimana di Sanremo; un contenuto coinvolgente, ovvero l’intervista-salottino; un format di tendenza che ha dominato il 2023, ovvero il #GetReadyWith in questo caso ovviamente in compagnia di Peppe! 

Quindi, se non le avete ancora viste, correte su Instagram al profilo @amazonmusicit

Dal profilo Instagram @amazonmusicit

Anche la gamification è vincente. Il Fantasanremo, ormai lo sappiamo, altro non è che un incredibile amplificatore del Festival. Non solo introduce un elemento ludico e competitivo ulteriore nel contesto della kermesse canora, ma raggiunge un pubblico molto vasto – nel 2023 contava oltre 4 milioni di squadre iscritte.
Contribuisce così ad accrescere l’awareness del Festival e lavora inevitabilmente sul posizionamento, rafforzando l’immagine di Sanremo come un evento culturalmente rilevante.
La componente di partecipazione attiva degli spettatori ha un’importanza fondamentale e rende l’esperienza immersiva e più coinvolgente.

Dal profilo Instagram @fantasanremo

Anche le aziende ne colgono l’opportunità, eccome! Già lo scorso anno abbiamo visto brand come Pandora formare la propria lega. E anche quest’anno non mancano all’appello! 

Qui gli sponsor del Fantasanremo 2024:

Via fantasanremo.com/

Sanremo 2024 sbarca su Threads

Ebbene sì, ci si poteva lasciar sfuggire l’occasione di cavalcare l’ultimo social in casa Zuckerberg? Certo che no!

E infatti @sanremorai ci intrattiene con il Profilo ufficiale del 74° Festival della Canzone Italiana.

Il profilo sta portando avanti la rubrica 🗞️​ SANREMO DAILY NEWS 🗞️​ Notiziario 𝙖𝙨𝙨𝙖𝙞 𝙥𝙤𝙘𝙤 attendibile su Sanremo2024 in cui vengono coinvolti i cantanti in prima persona attraverso dei messaggi vocali rivolti direttamente agli utenti.

Qui un esempio di Fiorella Mannoia:

Dal profilo Threads @Raiuno

Cosa meglio di Threads per aprire un thread – appunto – di conversazione? 

Brand sponsor di Sanremo 2024

Come dicevamo, i brand non perdono sicuramente tempo! Sanremo è una vetrina incredibile per le aziende, che non mancano di sfruttarne la visibilità. Quest’anno i partner saranno:

Costa Crociere con Costa Smeralda al largo di Sanremo che ha già presentato la line up delle serate in diretta: Tedua, Bob Sinclair, Bresh, Gigi D’Agostino; Eni con Enilive e Plenitude; Suzuki; Generali; Coca Cola; Mutti; Sephora e VeraLab, rispettivamente make-up e skincare partner.

Veralab-Sanremo-2024
Via www.veralab.it/it/sanremo-2023/

Perché Sanremo è Sanremo: buon Festival a tutti!

L’attesa è palpabile e noi ci prepariamo a vedere anche quest’anno come lo spettacolo vada ben oltre i confini della pura televisione e si commistioni con il marketing e la comunicazione. 

Non vediamo l’ora di fare le due di notte, o addormentarci prima, seguire gli aggiornamenti sui social, ridere con i meme, repostare i trend, sorbirci la monopolizzazione delle conversazioni per tutta la settimana, gioire (oppure dolerci) per la classifica nella lega dell’ufficio, ascoltare, volenti o nolenti, le canzoni che a un primo ascolto “dai così così” poi finiamo per cantarle anche in sogno. 

Buon Festival a tutti. 

Approfondisci le tue conoscenze sul social media marketing con:

Categorie

Letture consigliate

Prodotti consigliati

Creazione Contenuti

Impara a ideare, pianificare e creare contenuti efficaci per i social media

Scopri di più
Piano Editoriale

Impara a strutturare, e gestire un PED efficace per i tuoi canali social

Scopri di più
CopyWriting

Impara a scrivere in modo efficace sul web e non solo

Scopri di più
CopyWriting

Impara a scrivere in modo efficace sul web e non solo

Scopri di più
Piano Editoriale

Impara a strutturare, e gestire un PED efficace per i tuoi canali social

Scopri di più
Facebook Adv

Impara le basi del FB Advertising e approfondisci concetti più avanzati

Scopri di più

Potrebbero interessarti anche:

corporate storytelling

4 step per esaltare il tuo corporate storytelling

Non ti va di leggere? Prova ad ascoltare l’articolo in modalità audio 🎧 Il tanto agognato capitalismo inclusivo passa dall’abilità del mondo imprenditoriale di sapersi raccontare, dal corporate storytelling. L’industria manifatturiera

Leggi Tutto »

Non rimanere mai indietro 📩

Iscriviti alla Marketing Espresso Letter.

Una volta al mese, niente SPAM. Solo i migliori contenuti e tutti gli aggiornamenti più importanti.

Impara il Social Media Marketing in modo semplice e utile

Scopri la formazione firmata Marketing Espresso